L’importanza dello studio

La massima priorità della vita è l’amore. Amore inteso come totale abbandono, complicità, fiducia, estasi del corpo e dell’anima. Ma amore inteso anche come passione e dedizione assoluta. E questo genere di amore non si rivolge solo alle persone… una delle priorità, anzi, LA priorità per chi vuole inseguire i propri sogni, è l’amore inteso come fame inestinguibile. Fame di conoscenza. Fame di divorare tutto ciò che è possibile. Fame di girare nelle librerie e viaggiare con la mente a ogni libro che si tiene fra le mani, sviluppando idee, riflessioni, spunti, collegamenti. E così via con il libro successivo, fino a esplodere in un uragano di pensieri senza fine. Due domeniche fa ho trascorso ore e ore in due diverse librerie, e fosse stato per me non me ne sarei mai andata. Fame di navigare nell’oceano sconfinato della rete per trovare nuovi spunti, nuovi argomenti. Wikipedia è il mio pane. Wikipedia è la mia reggia. E a essa seguono siti più specifici nei quali mi abbandono per ampliare la mia conoscenza del mondo. Fame dei ricordi della scuola, molti dei quali impressi nei miei racconti… Joyce, che tanto mi ha dato anche se non ho mai letto molto di suo… Lucrezio… la distinzione fra amare e voler bene di Catullo… i decadenti Verlaine, D’Annunzio, Wilde, Huysmans… Schopenhauer… Pirandello… Montale e il suo gallo cedrone… La vita quotidiana come rappresentazione di Goffman… le lezioni di televisione di Freccero… le manopole del gas maldisposte e altre amenità ne La caffettiera del masochista… Warhol e il suo mondo parallelo… Pollock… cosa sia arte e cosa no… i due esami di scrittura creativa… la mia tesi… il mio gioiello…

L’importanza dello studioultima modifica: 2009-04-28T21:25:46+02:00da honey986
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento