L’arte di perdere

Questa la poesia di Elizabeth Bishop che Cameron Diaz legge nel film In her shoes…   L’arte di perdere L’arte di perdere non è difficile da imparare; così tante cose sembrano pervase dall’intenzione di essere perdute, che la loro perdita non è un disastro. Perdi qualcosa ogni giorno. Accetta il turbamento delle chiavi perdute, dell’ora sprecata. L’arte di perdere non … Continua a leggere

La libertà più grande

Non ricordo se negli ultimi tempi ho già avuto modo di parlarne… ma ho sempre trovato meravigliosa una delle ultime scene del film Chocolat (Lasse Hallstrom, 2001): il giovane parroco del paese nell’omelia parla del vero significato di essere cristiani. Tante persone basano il proprio essere cristiano… o in senso più ampio, essere una cosiddetta “brava persona”, sulla base di … Continua a leggere

Welcome back

Il blog era forse stanco dei miei sproloqui, e si è preso due settimane di ferie. Giusto il tempo della gestazione del suo fratellino, che ha visto la luce in questi ultimi giorni. Un progetto parallelo ma differente, un impegno che si somma a tanti altri. Sono state due settimane di riposo, di riflessione e di progetti nuovi, che neppure … Continua a leggere

Ballate come se nessuno vi guardasse

———— ——— ——– Ballate come se nessuno vi guardasse ———— ——— ——– (Alfred Souza) Per tanto tempo ho avuto la sensazione che la vita sarebbe presto cominciata, la vera vita! Ma c’erano sempre ostacoli da superare, strada facendo qualcosa di irrisolto, un affare che richiedeva ancora tempo, dei debiti che non erano stati ancora regolati, in seguito la vita sarebbe … Continua a leggere

Pedro è sempre Pedro…

Come ogni mattina apro Repubblica, il mio quotidiano del cuore. E come ogni mattina cerco qualcosa che riempia la mia mente di nuove riflessioni. Oggi c’è questa interessante dichiarazione di Pedro Almodovar, uno dei miei idoli da sempre. I suoi film sono un’autentica perla, idem per i suoi libri (datevi una letta a Fuoco nelle viscere, vi ruba un paio … Continua a leggere

Capitano mio capitano

Alcuni film si ricordano per gli effetti speciali, altri per le musiche suggestive. Io penso che un finale a effetto ti ripaghi di tutto: anche un film apparentemente pesante e noioso, prendi Come sono buoni i bianchi di Ferreri, si rivendica in una scena finale che vale l’ora e mezza trascorsa ad aspettarla. Film come Saw (il primo, gli altri … Continua a leggere

Alcuni spunti sul concetto di libertà

Centellinare i soldi. Pensare a come pagare le bollette. Stare più attenta alle offerte al supermercato. Prendere un aperitivo in meno ma riuscire a ricaricare il telefono. Sono alcuni concetti semplici in cui incorrono molte persone, chi più chi meno. Sono concetti che da qualche tempo sto sentendo parte di me, anche se non sto vivendo ancora nella piena autonomia … Continua a leggere