Il guardaroba è lo specchio dell’anima

Perdere 15 chili ha in suoi vantaggi in fondo. Soprattutto quando ti rendi conto che magari potresti riprenderne solo la metà, e abbandonare a sé stessa quella ciccia di troppo che ti portavi dietro. Il primo vantaggio è cogliere la palla al balzo dei cambiamenti che attraversano l’anima: perché forse è proprio vero che l’abito fa il monaco.

 

Potrei parlare molto del mio modo di vestire, dei suoi lunghi periodi di stasi alternati a piccole e frammentarie evoluzioni. Ciò che ha accomunato tutte queste fasi è fondamentalmente un blando disinteresse. Ultimamente però mi sto rendendo conto di quanto l’abito faccia il monaco. E visto che ho cambiato taglia, ne approfitto e giro come una matta a cercare qualcosa che mi rappresenti davvero. Ieri, per esempio, ho comprato un modello di jeans che ho adocchiato per la prima volta a 15-16 anni. E da ieri mi domando perché mai non li ho mai comprati prima.

 

Forse per quella vitalità perduta di cui parlavo l’altro giorno.. perché tante persone mi avrebbero guardata storta per il fatto che li indossavo, e allora era meglio fare “occhio non vede cuore non duole”. Però mi sto rendendo conto che l’abito a volte fa davvero il monaco, e che se dentro di me qualcosa è cambiato voglio che cambi anche l’esterno. L’ho notato praticamente da subito: vestiti che non avrei mai messo fino al giorno prima, e che all’improvviso trovavo interessanti. E viceversa, naturalmente.

 

Allora mi accorgo che seguire la moda non è sempre una tragedia.. è più che altro un prendere spunto per evolversi secondo ciò che si sente dentro. La vera tragedia è voler essere una fotocopia a tutti i costi, e perdere la propria unicità. Quello sì che è uno dei grandi Mali del mondo.

Il guardaroba è lo specchio dell’animaultima modifica: 2009-10-14T10:00:26+02:00da honey986
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Il guardaroba è lo specchio dell’anima

Lascia un commento