Cambiare e cambiarsi

Una cosa è avere un’opinione, una posizione, un modo di essere. Un’altra è rifiutare di avere opinioni, sentirsi ‘alternativi’ mentre in realtà si è incolori. In questi giorni è come se un pittore avesse dato alcune pennellate, brevi ma incisive, al quadro della mia vita. E’ un quadro in apparenza insulso, con tanti frammenti di disegno sparsi qua e là, … Continua a leggere

Il guardaroba è lo specchio dell’anima

Perdere 15 chili ha in suoi vantaggi in fondo. Soprattutto quando ti rendi conto che magari potresti riprenderne solo la metà, e abbandonare a sé stessa quella ciccia di troppo che ti portavi dietro. Il primo vantaggio è cogliere la palla al balzo dei cambiamenti che attraversano l’anima: perché forse è proprio vero che l’abito fa il monaco.   Potrei … Continua a leggere

Perché andarsene?

Andarsene non è fuggire. O meglio, a volte lo è. Tutta questione di punti di vista. Mi sono imbattuta in alcune foto che mi hanno fatto riflettere, e credo che la risposta alla domanda di cui sopra sia abbastanza semplice.   Il mondo, perlomeno quello che ho conosciuto io, si divide in due categorie di persone: da un lato, coloro … Continua a leggere

Prospettive

Basta un secondo perché tutto cambi. Basta una piccola aggiunta a mano su un foglio fresco di stampante, dove tutto sembrava già deciso. Una piccola aggiunta su cui non viene fatta parola, è quasi insigniificante, ma per chi la legge diventa un macigno. E da quell’istante la tua vita cambia, perché sei costretta a pronunciare su te stessa una parola … Continua a leggere

I miei video..

In questi mesi ho avuto una sorta di stand by cinematografico, forse per compensare l’overdose degli ultimi 23 anni… ma ultimamente mi sto dedicando ad alcuni pomeriggi “divanosi”, soprattutto la domenica quando fuori piove e iniziano i primi freddi, e sto riscoprendo alcune vecchie pellicole di Jack Lemmon e Walter Matthau che non conoscevo.   E così sto riesplorando il … Continua a leggere

My first morning

Ho passato gli ultimi giorni in uno stato di semi-ubriachezza, anche se dalla mia ho solo mezza birra bevuta sabato sera.. E’ che fa uno strano effetto, per quanto uno possa desiderarlo, pensare che da un giorno all’altro cambino tutte le tue abitudini. Che i volti che erano ormai parte della tua quotidianità, dal più gradito al più sgradevole, diventeranno … Continua a leggere

Il primo giorno di scuola

Stamattina sul treno c’era la baraonda del primo giorno di scuola. Guardavo quei ragazzi e ripensavo al mio, al primissimo, quello della quarta ginnasio. Tante aspettative, d’estate le pagine dei giornaletti che ti danno i consigli su come non sfigurare, e poi bastano cinque minuti per rendersi conto che la realtà è tutta diversa da quella patinata, che ogni persona … Continua a leggere

Be your miracle

La vita è alquanto bizzarra. Uno/a spera per dei mesi che si verifichi un certo evento, azzardandosi a chiamarlo miracolo. Poi questo evento si realizza, e si rivela una catastrofe assoluta. E si arriva a desiderare un contromiracolo, poter tornare indietro e fare in modo che non sia mai successo. Come se potesse cambiare le cose… la verità è che … Continua a leggere

Il bilancio della mia estate

Quando ero più piccola e avevo i quaderni sempre a portata di mano, come proiezione quasi ossessiva delle mie mani, erano due i momenti dell’anno per i bilanci: il 31 dicembre e due giorni prima dall’inizio della scuola. Poi gli anni sono passati, e con essi anche i bilanci. Poi i quaderni sono scomparsi, e solo dopo qualche tempo, per … Continua a leggere

Facciamo il punto…

La voglia di raccontarmi latita ultimamente… forse perché l’ho fatto per troppo tempo. Nelle scorse settimane la mia vita è stata come attraversata da uno spartiacque… uno dei tanti, in un certo senso, ma questa volta l’intensità è stata nettamente maggiore. Prima fluttuavo, come sempre. Adesso fluttuo un po’ meno. E ieri sera ho preso l’impegno di segnare sul mio … Continua a leggere